Prestiti senza busta paga Findomestic

I prestiti senza busta paga Findomestic potrebbero rappresentare per le persone che non percepiscono regolarmente uno stipendio o una pensione la soluzione ideale per realizzare i propri progetti. Ma prima di catapultarsi presso una filiale della nota finanziaria sarebbe meglio capire di cosa si tratta, scoprire chi può richiederli ed entrare in confidenza con alcuni concetti importanti come quello di garanzia alternativa e di garante. Nel corso dell’articolo conosceremo anche i vari finanziamenti erogati da Findomestic e faremo alcune simulazioni per vedere come fare il calcolo della rata e scoprire quali sono i tassi applicati in questa fase del 2019.

Come richiedere i prestiti senza busta paga Findomestic

Per sapere se si ha la possibilità di ottenere un prestito personale da Findomestic bisogna andare a leggere quali sono i requisiti che devono presentare i richiedenti: bisogna avere un’età compresa tra i 18 e i 75 anni, avere la residenza sul territorio italiano, essere titolari di un conto corrente e ricevere un reddito dimostrabile. È altrettanto importante verificare quali sono i documenti che bisogna presentare: oltre alla carta d’identità e al codice fiscale è necessario allegare alla domanda anche il documento di reddito.

Quando si sente parlare di documento di reddito la prima cosa che viene in mente è la busta paga, ovvero il prospetto che il datore di lavoro consegna al suo dipendente nel momento in cui gli paga lo stipendio e su cui vengono riportate informazioni relative a tutti gli elementi (fissi o variabili) che vanno a formare la retribuzione e le trattenute previdenziali e fiscali del periodo di riferimento. Ma chi non è un lavoratore dipendente e quindi non ha una busta paga non può chiedere un finanziamento? In altre parole: esistono i prestiti senza busta paga Findomestic?

I pensionati come documento di reddito possono presentare gli ultimi due cedolini, il modello Obis o la Certificazione Unica, mente i liberi professionisti possono trasmettere alla finanziaria il loro Modello Unico con la ricevuta di presentazione e il modello F24 con ricevuta d pagamento. Ma ci sono anche tanti altri soggetti che non ricevono una busta paga e che potrebbero essere interessati a ricevere un prestito: oltre ai disoccupati dobbiamo pensare anche ai giovani in cerca di un lavoro, agli studenti, alle casalinghe, ai precari e ai lavoratori irregolari, che anche se percepiscono uno stipendio ogni mese non hanno un documento per dimostrarlo.

Se non c’è la possibilità di dimostrare di avere un reddito le cose si complicano notevolmente, ma non è ancora il momento di rinunciare ai propri progetti: se non si ha un reddito da lavoro o da pensione è possibile convincere l’istituto di credito a concedere un prestito senza busta paga presentando delle garanzie alternative. Queste garanzie possono essere rappresentate da entrate regolari come ad esempio l’affitto percepito per un immobile di proprietà ceduto in locazione, una rendita finanziaria prodotto da titoli mobili o l’assegno di mantenimento passato dall’ex coniuge.

Si potrebbe anche offrire un’ipoteca su un’immobile di proprietà, ma non è una soluzione che viene molto apprezzata dalle banche o dalle finanziarie a cui si chiedono dei prestiti personali. Ad ogni modo Findomestic valuterà singolarmente ogni richiesta, anche per definire quale potrebbe essere la somma massima erogabile (che deve essere in linea con le garanzie presentate), ma non è detto che la società le accetti. Le possibilità di ottenere dei prestiti senza busta paga Findomestic crescono notevolmente se si riesce a trovare una persona disponibile a ricoprire il ruolo di garante.

Il garante è una persona terza che si assume l’obbligo di pagare le rate di rimborso nel caso in cui il beneficiario del prestito si dimostri inadempiente. Naturalmente per ricoprire questo ruolo bisogna presentare dei requisiti che attestino la solidità finanziaria e l’affidabilità della persona: innanzi tutto deve possedere un reddito abbastanza alto da poter sopportare senza grossi problemi il pagamento delle rate (è meglio se c’è un contratto di lavoro a tempo indeterminato) e poi deve avere un passato creditizio inappuntabile, ovvero non deve risultare segnalato in Crif o protestato.

Se il “candidato garante” è anche proprietario di un immobile, le chance che il prestito senza busta paga venga erogato crescono ulteriormente. Bisogna anche rispettare gli altri requisiti richiesti per chi vuole un prestito personale: bisogna avere un’età tra i 18 e i 75 anni e bisogna essere residenti sul territorio italiano. Nella maggior parte dei casi pratici viene proposto come garante un parente stretto (il genitore o il coniuge), ma alle banche e alle finanziarie non interessa che tra i due co-obbligati vi sia qualche vincolo di sangue.

Agli istituti di credito infatti interessa solo il rispetto dei requisiti di solidità e affidabilità, ma ovviamente è più semplice che chi è intenzionato a richiedere un prestito senza busta paga riesca a trovare qualcuno disposto a fare da garante cercando tra le persone a lui più vicine. La fideiussione è il contratto con il quale una persona si impegna a garantire l’adempimento di un’obbligazione altrui: se il debitore non paga, l’istituto erogante può chiedere il controvalore al garante (che rischi il pignoramento se anche lui si dimostra inadempiente).

Le caratteristiche del prestito Findomestic senza busta paga

Finora abbiamo visto quali sono le strade da seguire per ottenere i prestiti senza busta paga Findomestic: ora dobbiamo cercare di capire quali sono i tratti distintivi di questi finanziamenti. I prestiti erogati in presenza di garante hanno le stesse caratteristiche dei “normali” prestiti personali erogati da Findomestic. La società che fa parte del gruppo BNP Paribas può concedere importi tra i 1.000 e i 60.000 euro, con la possibilità di finanziare per intero il progetto del richiedente. La durata del finanziamento può andare da un minimo di 6 mesi fino ad un massimo di 120 mesi. L’erogazione delle somme concesse avviene con bonifico sul conto corrente, e sullo stesso conto corrente ci sarà l’addebito diretto delle rate mensili di rimborso.

I prestiti senza busta paga Findomestic vengono erogati ad un tasso di interesse fisso, ma sono definiti flessibili perché il richiedente ha la possibilità di sfruttare le opzioni Cambio Rata e Salto rata. La prima opzione consente di passare dalla rata base alla rata alta o alla rata bassa decise in fase di contratto (modificando di conseguenza la durata del piano di rimborso), mentre la seconda opzione permette di saltare il pagamento di una rata, che viene posticipata al termine del finanziamento. Le due opzioni non possono essere attivate contemporaneamente e prima di richiederle bisogna aver rimborsato regolarmente almeno sei rate.

Anche se si parla di prestiti personali, al momento della richiesta è possibile indicare quale tipo di progetto si intende realizzare: Findomestic ha infatti pensato a delle proposte specifiche per varie finalità come l’acquisto di un veicolo (auto, moto, camper o imbarcazione, nuovi o usati), l’acquisto di un immobile (abitazione, box, terreno…), le spese per la casa (elettrodomestici, Hi-Fi, infissi, ristrutturazione, mobili, PC, pannelli fotovoltaici), per il tempo libero (cerimonie, vacanze, studi, estetica e benessere) o per altro (tasse e spese legali, cure mediche e altri tipi di progetto).

Come richiedere i prestiti personali Findomestic senza busta paga

Il prestito può essere richiesto direttamente online: è la soluzione più comoda e rapida perché con pochi clic permette di fare tutto rapidamente e senza doversi spostare da casa; basta andare sul sito ufficiale findomestic.it e andare nella sezione dedicata ai prestiti personali. Nello finestra Richiedi il tuo prestito online bisogna indicare il progetto che si intende realizzare selezionando una voce tra quelle proposte e scrivere l’importo che si vuole richiedere. Sulla base di questi dati il simulatore online mostrerà una serie di soluzioni: a questo punto si può selezionare quella con il rapporto tra durata e rata più adatta alle proprie esigenze ed effettuare la richiesta.

Bisogna compilare un modulo (si può sfruttare il servizio di assistenza via chat se ci sono delle difficoltà), inviare la documentazione richiesta e siglare il contratto con la firma digitale (che ha lo stesso valore legale del classico autografo). Il personale della società in questo modo riceve all’istante i documenti e la richiesta e potrà fornire una risposta di fattibilità nel giro di pochissimo tempo. Come abbiamo visto, la procedura online è comoda e fa risparmiare un sacco di tempo, ma visto che parliamo di richieste di prestiti senza busta paga non sarebbe una cattiva idea parlare di persona con i consulenti Findomestic.

È possibile mettesi in contatto con il personale della società sfruttando gli strumenti messi a disposizione sul sito (area Fai da te), ma si può chiamare il servizio clienti attivo sette giorni su sette e per 24 ore al giorno (il numero per richiedere un prestito è 848844999) oppure, e questa potrebbe essere la soluzione migliore, recarsi di persona presso un’agenzia. Sempre sul sito è possibile trovare nella sezione Dove siamo la mappa interattiva per individuare la filiale più vicina e scoprirne indirizzo, numero di telefono ed orari di apertura.

Simulazioni, esempi e offerte di prestito personale senza busta paga Findomestic: calcolo rata e tassi

Nel paragrafo precedente abbiamo fatto un piccolo accenno al simulatore online: si tratta di uno strumento messo a disposizione da Findomestic per poter creare dei preventivi. Come abbiamo visto prima, il funzionamento è molto semplice: basta indicare il tipo di progetto e l’importo che si intende richiedere per ottenere un elenco delle soluzioni possibili; per ciascuna soluzione viene indicata la durata del finanziamento (e quindi il numero delle rate), l’importo dell’impegno mensile e il TAN e il TAEG applicati. È possibile effettuare gratuitamente tutte le simulazioni che si vuole (anche cambiando tipo di progetto e importo) finché non si trova una soluzione adatta alle proprie esigenze.

Per scoprire quali sono le condizioni applicate ai prestiti senza busta paga Findomestic in questa fase del 2019 possiamo fare qualche simulazione.

  • Prestito da 15.000 euro per l’acquisto di un’auto nuova:

si va da una durata minima di 18 mesi con rate da 875,20 euro (TAN fisso 6,25% e TAEG fisso 6,43%) alla durata massima di 96 mesi con rate da 199 euro (TAN fisso 6,25% e TAEG fisso 6,43%); dando un’occhiata anche a tutte le soluzioni intermedie si può scoprire che il TAN e il TAEG rimangono più o meno allo stesso livello (il TAN varia tra il 6,24% eil 6,26%, mentre il TAEG oscilla tra il 6,43% e il 6,44%).

  • Prestito da 8.000 euro per l’acquisto di un’auto usata:

si va da una durata minima di 18 mesi con rate da 471,20 euro (TAN fisso 7,47% e TAEG fisso 7,73%) alla durata massima di 96 mesi con rate da 110,90 euro (TAN fisso 7,45% e TAEG fisso 7,71%).

  • Prestito da 40.000 euro per l’acquisto di un’abitazione:

si va da una durata minima di 30 mesi con rate da 1.470,10 euro (TAN fisso 7,70% e TAEG fisso 7,98%) alla durata massima di 108mesi con rate da 514,60 euro (TAN fisso 7,70% e TAEG fisso 7,98%).

  • Prestito da 5.000 euro per l’acquisto di elettrodomestici:

si va da una durata minima di 18 mesi con rate da 294,50 euro (TAN fisso 7,47% e TAEG fisso 7,73%) alla durata massima di 84 mesi con rate da 76,60 euro (TAN fisso 7,46% e TAEG fisso 7,72%).

  • Prestito da 7.000 euro per l’acquisto di pannelli fotovoltaici:

si va da una durata minima di 18 mesi con rate da 412,30 euro (TAN fisso 7,47% e TAEG fisso 7,73%) alla durata massima di 96 mesi con rate da 97,10 euro (TAN fisso 7,47% e TAEG fisso 7,73%).

  • Prestito da 2.000 euro per l’organizzazione di una cerimonia:

si va da una durata minima di 18 mesi con rate da 119,70 euro (TAN fisso 9,54% e TAEG fisso 9,97%) alla durata massima di 48 mesi con rate da 50,20 euro (TAN fisso 9,45% e TAEG fisso 9,87%).

  • Prestito da 4.000 euro per il pagamento di tasse o spese legali:

si va da una durata minima di 18 mesi con rate da 235,60 euro (TAN fisso 7,47% e TAEG fisso 7,73%) alla durata massima di 84 mesi con rate da 61,30 euro (TAN fisso 7,47% e TAEG fisso 7,73%).

Come si può notare, le condizioni applicate variano in base al tipo di progetto, all’importo erogato e alla durata del finanziamento. Per poter capire meglio il significato di queste simulazioni è necessario avere ben in mente qual è la differenza tra il TAN e il TAEG:

  • il TAN è il tasso annuo nominale, ed esprime gli interessi applicati dall’istituto erogante, che in questo caso è Findomestic;
  • il TAEG è il tasso annuo effettivo globale, ed esprime il costo complessivo del finanziamento; è un numero percentuale più alto rispetto al TAN perché oltre agli interessi applicati dalla banca considera anche le altre voci di spesa legate al finanziamento (ad esempio i osti di istruttoria, quelli per l’apertura della pratica o per l’incasso delle rate e così via).

Dalle definizioni che abbiamo appena visto appare chiaro che quando si fa un confronto tra le varie soluzioni di prestiti senza busta paga bisogna fare più attenzione al TAEG che non al TAN: la proposta caratterizzata da un tasso annuo effettivo globale più basso sarà quasi certamente quella più conveniente (per averne la certezza bisognerebbe verificare la presenza di eventuali spese che non vengono incluse nel calcolo del TAEG).

Per concludere con gli esempi diamo uno sguardo alla promozione in corso lanciata da Findomestic nel 2019: un prestito da 15.000 euro può essere restituiro in 96 mesi con il pagamento di rate mensili da 199 euro; con il TAN fisso al 6,25% e il TAEG fisso al 6,43%, il totale dovuto dal richiedente ammonta a 19.104 euro. Ovviamente si parla di finanziamenti normali, ma abbiamo visto che anche chi non ha una busta paga può richiedere prestiti personali di questo tipo presentando delle garanzie alternative o, meglio ancora, trovando una persona disposta a fare da garante.

Il simulatore presente sul sito ufficiale di Findomestic non è l’unico strumento a disposizione per poter effettuare il calcolo della rata: navigando sul web è possibile trovare altri siti che permettono di fare questa operazione, ma per chi vuole fare tutto alla vecchia maniera (magari perché non ha grande dimestichezza con l’uso di internet o del computer) è sempre valida la vecchia formula di matematica finanziaria:

importo rata = importo del finanziamento x {interesse mensile/[(1-(1+interesse mensile)-numero di mesi]}

Per poter fare il calcolo è quindi necessario conoscere alcuni dati fondamentali come l’importo erogato, la durata del finanziamento e il tasso di interesse applicato (per avere un risultato più vicino alla realtà è meglio inserire il TAEG, altrimenti si ottiene un valore pari ai soli interessi applicati da Findomestic, mentre sull’importo della rata mensile incidono anche altri costi).

Opinioni sui prestiti senza busta paga Findomestic

Sono tante le persone che possono essere interessate a richiedere un prestito senza busta paga Findomestic (ribadiamo ancora una volta alcuni soggetti che possono rientrare in questa categoria: casalinghe, disoccupati, studenti, lavoratoti atipici, precari, lavoratori in nero e così via); anche presentando delle garanzie alternative non c’è la certezza che la banca accetti la richiesta (l’ultima parola spetta sempre a loro) perché ogni caso viene valutato singolarmente, ma se si vuole realizzare il proprio progetto è necessario fare un tentativo.

Prima di presentare la richiesta di finanziamento potrebbe essere utile dare un’occhiata alle opinioni che gli utenti hanno di Findomestic; l’istituto dal 2009 fa parte del gruppo BNP Paribas e vanta un’esperienza di oltre trent’anni del campo del credito al consumo (il primo finanziamento è stato erogato nel 1985); l’immagine di affidabilità e solidità che la società si è conquistata nel corso degli anni è sicuramente un’arma in più che attira molti possibili clienti, ma a parte questo sono tanti gli utenti che hanno fatto un’opinione positiva sull’istituto.

La serietà dei consulenti, la flessibilità delle proposte, la rapidità nella valutazione di fattibilità della richiesta e la convenienza dei tassi d’interesse rispetto a quelli applicati dalla concorrenza sono gli aspetti positivi che più spesso sono stati rimarcati dalla clientela. Naturalmente non sono tutte rose e fiori, infatti qualcuno ha criticato l’istituto: quasi tutte le opinioni negative sono arrivate da persone che non sono riuscite ad ottenere il prestito. Probabilmente la banca ha negato l’erogazione perché i richiedenti non possedevano i requisiti necessari oppure, non avendo una busta paga per dimostrare di avere un reddito regolare, non sono riusciti a fornire garanzie alternative adeguate alla richiesta.

Per concludere facciamo un riepilogo di quanto detto finora. Per ottenere un finanziamento bisogna avere dei precisi requisiti, tra i quali c’è anche la presenza di un reddito dimostrabile: alla richiesta di finanziamento infatti deve essere allegato un documento che attesti l’esistenza di questo reddito. I lavoratori dipendenti non hanno problemi perché possono trasmettere alla banca la loro busta paga, i pensionati hanno a disposizione i loro cedolini, mentre i liberi professionisti possono utilizzare il loro Modello Unico.

Per tutti gli altri c’è la possibilità di richiedere dei prestiti senza busta paga Findomestic presentando delle garanzie alternative: la soluzione più apprezzata dalla società del gruppo BNP Paribas e quindi che dà più possibilità di ottenere il finanziamento è quella che prevede la presenza di un garante, ovvero di una persona che tramite un contratto di fideiussione si impegna a pagare le rate di rimborso quando il debitore principale non riesce a rispettare gli impegni mensili.

La presenza di una persona terza che agisce da garante aumenta le chance delle persone che non hanno una busta paga (ad esempio i disoccupati, gli studenti, le casalinghe, i lavoratori irregolari) di ottenere il finanziamento. Findomestic propone unna serie di soluzioni di prestiti personali flessibili, ognuna delle quali è stata studiata per la realizzazione di un determinato progetto. I prestiti senza busta paga Findomestic possono essere richiesti online o recandosi presso una filiale dell’istituto.

Sul sito www.findomestic.it è possibile fare delle simulazioni per ottenere dei preventivi gratuiti ed individuare l’opzione con la combinazione di durata e importo della rata più in linea con le proprie esigenze e possibilità. Sempre sullo stesso sito, nella sezione Documenti Trasparenza (per chi naviga da PC questa voce è presente nella parte passa della schermata) sono presenti i fogli informativi e gli schemi di contratto a cui bisognerebbe dare un’occhiata prima di firmare qualsiasi cosa.