Prestiti senza busta paga Fineco 2019: come avere il Prestito Fineco senza garanzie

Vediamo come fare per ottenere un Prestito Fineco senza busta paga nel corso del 2019.

In tempi caratterizzati da una lunga crisi economica e da un sempre più crescente precariato lavorativo, aumenta ogni anno in maniera esponenziale l’esigenza di richiedere dei prestiti senza busta paga. È proprio la mancanza di liquidità a determinare questa necessità sempre più impellente da parte delle famiglie. Finita l’era del risparmio e del boom economico, in tempi di contrazione ci si deve necessariamente attrezzare in questo modo.

Questa è la ragione per cui si è assistito negli ultimi anni in particolare a un fiorire di formule di prestito nuove. Sono sempre più numerosi infatti gli istituto di credito che offrono l’opportunità di un prestito per finanziare l’acquisto di beni o servizi di vario genere. Nel panorama delle società finanziari italiani un’importante realtà è per l’appunto rappresentata dalla banca Fineco.

Come ottenere un Prestito Fineco senza busta paga

Nell’era dei consumi cresce da parte delle famiglie l’esigenza di acquistare beni o servizi vari, siano essi legati all’istruzione, al benessere o allo svago. Tuttavia in concomitanza con la crescita dei consumi si è assistito anche a una progressiva perdita di potere economico da parte degli acquirenti, a causa principalmente del lavoro divenuto sempre più precario e instabile.

La necessità di disporre di liquidità in maniera immediata impone quindi sempre più alle famiglie di rivolgersi alle società finanziarie dei prestiti. Fino a poco tempo fa però i prestiti venivano esclusivamente concessi a chi aveva un contratto di lavoro e una retribuzione accertata. In prevalenza solo chi possedeva un reddito sicuro poteva usufruire di un prestito. Lo stipendio fisso rappresentava una garanzia per la banca, in termini di restituzione della somma.

Ciò non significa che oggi i prestiti siano aperti a tutti indiscriminatamente, in quanto le banche e le società di credito fissano sempre dei paletti ben precisi. Tuttavia di fronte al cambiamento del mondo del lavoro divenuto sempre più precario sono sorte nuove forme di prestito come appunto quello senza busta paga. Ciò peraltro non significa che questi prestiti vengano erogati con estrema felicità.

Tra le società finanziarie che concedono prestiti senza busta paga  in Italia vi è la Fineco, banca del gruppo Unicredit nata nel 1999. Attualmente la Fineco Bank è tra i più importanti players nel Private Banking in Italia. Nel 2018 il numero di clienti Fineco in Italia è arrivato a 1.280.000. Nel 2019 si è pertanto aggiudicata il primo posto in Italia per le categorie Technology e International Clients del sondaggio condotto da Euromoney.

Cerchiamo quindi di capire come fare per ottenere un prestito senza busta paga con Fineco nel 2019. Precisiamo che ottenere prestiti senza la garanzia di uno stipendio non è del tutto un’operazione semplice. In assenza infatti di un reddito comprovato, derivante dal lavoro o dalla pensione, chiaramente la banca richiede qualche altra forma di garanzia. In caso contrario di certo non sarebbe disposta a erogare il finanziamento.

Nell’ambito dei prestiti senza busta paga senza dubbio Fineco può considerarsi un istituto abbastanza all’avanguardia. Il prestito senza busta paga di Fineco è stato approntato pensando in particolare ai giovani lavoratori, spesso con contratti a termine, e agli studenti che devono terminare il loro percorso di studi o specializzarsi con un master dopo la laurea ad esempio.

Il prestito senza busta paga si può richiedere quando non si ha un contratto di lavoro dipendente e di conseguenza un cedolino che attesti lo stipendio. In particolare i lavoratori di oggi sono tendenzialmente atipici. Nella fascia di soggetti che può richiedere questo genere di prestito vi rientrano pertanto anche casalinghe e disoccupati.

Anche se si parla di prestito senza busta paga, in realtà si devono possedere comunque delle caratteristiche specifiche per ottenerlo. Vediamo quindi di capire quali sono i requisiti necessari per poter richiedere un prestito senza busta paga con Fineco. Innanzitutto come primo requisito è necessario essere dei correntisti Fineco da almeno tre mesi. Su questo conto si svolgeranno tutte le operazioni relative al prestito, ovvero operazioni di accredito e di pagamento. Come secondo requisito può anche essere richiesto l’accredito di qualche emolumento, come ad esempio una pensione sociale sempre su un conto Fineco Bank.

Anche l’età è un requisito importante per l’erogazione del prestito. L’età del richiedente dovrà infatti essere compresa tra i 18 e i 70 anni. Per quanto riguarda la durata del prestito si può scegliere tra un rimborso a 12 mesi oppure a 48 mesi per le cifre comprese tra i 2000 e i 4000 euro; tra i 12 e i 72 mesi per importi tra i 5000 e i 10.000 euro; tra i 12 e gli 84 mesi per somme tra gli 11.000 e i 30.000 euro.

Tra gli altri requisiti per richiedere un prestito senza busta paga vi è anche la liquidità disponibile sul conto Fineco Bank che dovrà essere superiore ai 500 euro. Nel caso in cui il conto fosse inferiore ai 500 euro bisognerà integrarlo. Solamente dopo questa integrazione si potrà procedere con la richiesta della pratica di finanziamento.

Un altro elemento necessario per ottenere questo genere di prestito è la sottoscrizione di un’assicurazione che possa garantire il credito. L’assicurazione è pertanto una delle voci più costose tra quelle relative al finanziamento senza busta paga.

Per poter richiedere il prestito senza reddito è inoltre necessario possedere la residenza in Italia, comprovata dal documento d’identità che andrà obbligatoriamente allegato alla pratica dopo la valutazione positiva della stessa. A proposito del documento d’identità, secondo le Condizioni generali del regolamento di Fineco, il Cliente deve fornire i propri documenti ai fini identificativi o quelli di persone eventualmente delegate a operare in suo conto.

Le offerte per un prestito senza busta paga sono variegate in base a ciò di cui si necessita. Si potrà quindi richiedere un semplice prestito personale. Oppure si potrà ottenere un minifido, ovvero un prestito tramite il quale ottenere fino a un massimo di 30.000 euro; o un fido finanziamento fino a 20.000 euro. Per quanto riguarda le condizioni economiche di erogazione il TAN è inferiore all’8% e il TAEG non è soggetto a spese accessorie. Non sono richieste inoltre richieste spese di istruttoria e i costi di tutte le comunicazioni sono fissate a meno di un euro.

Con Fineco si possono ottenere prestiti fino a un massimo 50.000 euro, con una durata massima di 84 rate. Il prestito può essere facilmente richiesto online, grazie alla firma digitale. La richiesta online del prestito snellisce di molto i tempi per l’erogazione. Tuttavia per il prestito senza busta paga, trattandosi di una forma di prestito particolare, i tempi possono essere inevitabilmente più lenti. In questo caso non essendovi la garanzia di uno stipendio andranno fatti degli accertamenti più approfonditi. Dopo la richiesta il prestito potrà anche essere rifiutato dopo la fase di istruttoria e valutazione.

Ricordiamo che il servizio di valutazione dei prestiti della banca Fineco è attivo anche nei giorni di sabato e  domenica per i coloro i quali sono già clienti della banca (ad esempio possessori di conto corrente o di carte di credito).

La valutazione della richiesta di prestito può essere fatta anche tramite app oppure tramite firma digitale, evitando quindi di stampare o inviare documenti cartacei tramite posta.

Come gli altri tipi di prestiti personali proposti dalla banca Fineco, il prestito senza busta paga è non finalizzato e senza rimborso a rate fisse mensili. Con il prestito non finalizzato il credito erogato può essere usato come si vuole, senza dover specificare alla banca l’utilizzo che se ne fa.

Prestiti Fineco 2019 senza busta paga e senza garanzie

Abbiamo visto quali sono i requisiti necessari per richiedere un prestito senza busta paga con la banca Fineco. Il prestito come si è visto può essere richiesto in linea di massima senza garante, possedendo però determinati requisiti. Questa è la norma generale, ma tuttavia non sempre il prestito viene accettato e quindi tali requisiti come già detto in precedenza diventano insufficienti.

Poiché le pratiche per i prestiti si possono differenziare caso per caso, nel caso dei prestiti senza busta paga Fineco potrebbe anche richiedere un eventuale garante. Il garante è colui che garantisce il pagamento della somma finanziata in caso di insolvenza da parte del debitore. Questo aspetto potrebbe comportare un rallentamento della pratica del prestito e un maggiore tentennamento da parte della finanziaria, che può quindi anche respingere il credito.

Il  cliente può recedere dal contratto del prestito di finanziamento entro 14 giorni dalla conclusione dello stesso.

Per poter ottenere un prestito senza busta paga e senza garanzie il soggetto richiedente dovrà tenere conto di alcuni elementi fondamentali. Il prestito da parte di Fineco infatti potrebbe anche non essere concesso se si presentano determinate condizioni. Innanzitutto il prestito non verrà erogato se mancano i presupposti per il pagamento.

La situazione si può complicare se si è stati segnalati in precedenza come cattivi pagatori negli elenchi dei Sic. Un altro motivo per cui il prestito può essere rifiutato è dovuto alla compresenza di altri finanziamenti da parte della stessa persona. Quest’ultimo aspetto potrebbe infatti determinare una situazione di sovra indebitamento da parte del richiedente e di conseguenza la sua insolvenza. Oppure si tratta di una persona che non ha una situazione patrimoniale tale da poter onorare il debito in caso di insolvenza del titolare del prestito. Il finanziamento può anche essere rifiutato se la banca non è in grado di verificarne l’affidabilità.

Inoltre se dopo la prima richiesta il prestito senza busta paga viene rifiutato sarà preferibile far trascorrere almeno 30 giorni prima di richiederlo nuovamente, in quanto nel frattempo l’informazione verrà cancellata dai database Sic. Il prestito inoltre potrebbe non essere concesso pure se in passato si è stati garanti di soggetti riconosciuti come “cattivi pagatori”.

La banca è comunque in ogni caso tenuta a dimostrare i motivi del rifiuto al richiedente che potrà eventualmente cercare di allinearsi ai requisiti richiesti e quindi fare un ulteriore richiesta di prestito, in attesa di una nuova valutazione.

Teniamo comunque conto di un dato di fatto importante ovvero che senza garanzie di qualche genere o di un garante è altamente improbabile ottenere dei finanziamenti. Dovranno sempre essere proposte delle garanzie alternative quali appunto la presenza di un garante con una buona affidabilità creditizia, o ipoteche sulla casa, o rendite alternative come ad esempio un assegno mensile di mantenimento, oppure l’affitto di immobili a terze persone.

Quindi prima di procedere alla richiesta di un prestito di questo genere è preferibile raccogliere tutte le informazioni possibili e capire quale possa essere la formula che si adatta al caso vostro, tenendo conto che in genere le banche sono molto caute a concedere questi prestiti.

Se volete ipotizzare pertanto a quanto possano ammontare le rate del vostro prestito senza busta paga si potranno utilizzare diversi simulatori presenti online come ad esempio quello assai noto di Facile.it. Tramite i simulatori si potranno fare quindi diversi confronti e comparazioni tra i vari prestiti offerti da Fineco e da altri istituti bancari per farsi un’idea concreta sulle caratteristiche del vostro prestito.

Precisiamo infine che per ottenere maggiori informazioni e approfondire le caratteristiche del  prestito senza busta paga potrete consultare il sito Internet di Fineco, cercando tra le FAQ. In alternativa potrete contattare un Personal Financial Advisor direttamente nella pagina di Consulenza nell’area riservata, o chiamare il Customer Care Fineco. Nell’are riservata del sito si possono anche utilizzare il servizio Ti telefoniamo, per richiedere la chiamata di un operatore; info sms per ricevere informazioni via messaggio; e il servizio Invia email inviando una mail a Fineco.

Se invece desiderate un contatto diretto e tradizionale può essere altrettanto utile recarsi presso una filiale di Fineco più vicina a voi. Potrete individuarla direttamente sul sito di Fineco  alla voce Dove siamo. In Italia sono presenti più di 400 Fineco Center che potrete individuare inserendo il nome della vostra città in una schermata con mappa.

Infine un altro modo diretto per ricevere informazioni sui prestiti senza busta paga è quello di parlare con un consulente via chat, disponibile dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22, sabato e domenica dalle 9 alle 20.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *